La linea funzionale ed espressiva nell’arte Romanica

LA LINEA FUNZIONALE

Prendiamo ad esempio la linea funzionale, cioè la linea che serve a qualche scopo.

Diversa l’epoca, diverso lo scopo, diverso l’uso della linea, diverso lo stile: ma vediamo in pratica le relazioni.

CIVILTA’ ROMAMICA

Società intorno ai primi due secoli dopo il 1000.

La società che si esprime nell’arte romanica è una società povera, ma in forte ascesa.

Le invasioni distruttive degli Ungari, dei Normanni, dei Saraceni sono state arginate e il popolo ora dispone di pace per poter lavorare e produrre. E’ un popolo semibarbaro, ma libero, la sua economia non si basa sul lavoro degli schiavi, come sempre era successo nell’antichità, ma sul proprio lavoro.

Un popolo rude quindi ma fortemente capace di esprimersi, libero ma ancora bisognoso di difendersi.

Costruisce grandi chiese con una tecnica nuova che le rende assai robuste, ma all’interno piuttosto scure perché quasi prive di finestre. Basta pensare alle cattedrali romaniche delle nostre città lombarde, dove la luce entra per mezzo di grandi rosoni posti nella facciata centrale, lasciando le pareti in ombra.

Immagine

La linea di contorno accentuata aveva quindi lo scopo di mettere in evidenza il dipinto stesso che poteva essere visibile anche nella semioscurità.

Anche nei castelli medioevali di questo periodo la luce che proveniva dall’esterno era piuttosto scarsa, perché le finestre erano piccole per motivi di difesa. Quindi anche se i dipinti venivano inseriti come affreschi nelle costruzioni private, dovevano avere linee ben evidenti.

LA LINEA ROMANICA ESPRESSIVA

Immagini

L’arte certifica il carattere del popolo che prima abbiamo descritto con la sua essenzialità, semplicità, rudezza, ma anche forza ed espressività.

La linea, oltre ad avere quella funzione pratica che abbiamo sopra detto trasmette la sensibilità di quel popolo ancora ben lontano dalla raffinatezza e ancora in difesa, con la sua compattezza e facendo da forte contorno a forme chiuse.

E’ una linea essenzialmente chiusa.

Lascia un commento