AVVIO A UNA CRITICA D’ARTE

Importanza espressiva del colore (Maria Porrini)

Come ex-pittrice e insegnante di storia dell’arte non posso che essere d’accordo con chi sostiene l’importanza del colore. La scelta di un colore esprime sempre uno stato d’animo, un messaggio conscio od inconscio. Ci sono studi ormai abbastanza accertati sulla valenza dei colori. Non ci sono i belli e i brutti, ma gli stonati o gli inadeguati, ed anch’essi mandano un loro messaggio. Nel mio sito ebay ho scelto il giallo e l’arancione perchè sono colori solari e di intensa comunicazione. Nel retro però tengo l’azzurro perchè è un colore riposante e profondo, e quando sono sola con i miei pensieri l’azzurro è il colore più adeguato. Ritengo che il verde sia il colore della razionalità e della vita, presenti nella natura. Pochi colori hanno la forza espressiva del nero, senza il quale tutto sarebbe spento, e pochi colori offrono la libertà fantastica del bianco. Che dire del rosso che è tutto energia, o della spiritualità del viola, o della concretezza del marrone?
Esprimersi con i colori è comunicare con la nostra sensibilità più profonda.
I colori sono molto importanti per porgere il nostro messaggio a chi lo vuole ascoltare.

Maria Porrini

…. allora accettala e vivi per essa… Buddha

RIFLESSIONE MEDITATIVA

“Non credere a nulla, semplicemente per sentito dire,

non importa dove l’hai letta o chi l’ha detto,

neppure se l’ho detto io, a meno che non sia affine alla tua ragione e al tuo buon senso.

Non credere nelle tradizioni, perché sono state tramandate per molte generazioni.

Non credere in niente, solo perché se ne parla tanto,

o è sostenuto dalla stragrande maggioranza degli uomini.

Non credere semplicemente perché è scritto nei tuoi libri religiosi.

Non credere solo per l’autorità dei tuoi insegnanti e degli anziani.

Ma se dopo l’osservazione e l’analisi personale, scopri che è d’accordo con la ragione,

ed è favorevole al bene e beneficio di tutti,

allora accettala e vivi per essa…

Buddha

Momenti educativi di Dorothy Law Nolte

Se un bambino vive nella critica
impara a condannare;
se un bambino vive nell’ostilità
impara ad aggredire;
se un bambino vive nell’ironia
impara ad essere timido;
se un bambino vive nella vergogna
impara a sentirsi colpevole;
se un bambino vive nella tolleranza
impara ad essere paziente;
se un bambino vive nell’incoraggiamento
impara la fiducia;
se un bambino vive nella lealtà
impara la giustizia;
se un bambino vive nella disponibilità
impara ad avere una fede;
se un bambino vive nell’approvazione
impara ad accettarsi;
se un bambino vive nell’accettazione e nell’amicizia
impara a trovare l’amore nel mondo
“Dorothy Law Nolte”